bastone

Aiki-jō (bastone)

Aiki-jō (Kanji: 合気杖 Hiragana: あいきじょう) è il nome dato al set di tecniche marziali praticate con il jō (un bastone lungo all’incirca un metro e venti), praticato secondo i principi dell’aikido, insegnato prima da Morihei Ueshiba (fondatore dell’Aikido), poi ulteriormente sviluppato da Morihiro Saito, uno degli studenti più in vista di O’Sensei.

Gran parte del programma è stato sviluppato da Morihei Ueshiba (植芝 盛平 Ueshiba Morihei, 1883–1969) nel suo dojo ad Iwama, in Giappone, nello stesso periodo in cui sviluppò la forma della spada dell’Aikido (chiamata aiki-ken). È ben documentato che Ueshiba studio vari stili di arti marziali, tar cui l’arte della lancia (sōjutsu). Le tecniche di aiki-jo insegnate da Ueshiba erano una modifica e un perfezionamento di tale formazione, con particolare enfasi sull’uso del JO come metodo per affinare le sue tecniche di aikido.

La maggior parte della pratica dell’aiki-jo non è stata codificata da Ueshiba, ma da Morihiro Saito (斉藤 守弘 Saitō Morihiro, 1928–2002), uno deli allievi più impregnati di Ueshiba, e colui che ha ereditato il dojo di Iwama dopo la more di O’Sensei. Al fine di preservare l’arte e per poterla insegnare ad un numeor sempre più crescente di allievi, Saito raccolse gli insegnamenti  di Ueshiba presentandoli al mondo con il nome di “aiki-jō”.