Meditazione

Nell’Aikido ci si allena con l’intento di realizzare l’unione del Ki individuale con quello dell’Universo, attraverso l’accrescimento del Kokyu-Ryoku, la Forza della Respirazione. Quando la Forza della Respirazione è emessa dall’intero corpo e scaturisce dalle Te-gatana [la mano come spada] le tecniche dell’Aikido diventano vive e manitestano appieno il loro valore. Il ki 氣 di cui si tratta nella disciplina giapponese dell’Aikido, significa spirito, ma non nel significato che tale termine ha nella religione, bensì nel significato del vocabolo latino “spiritus“, cioè soffio vitale ed energia vitale. Secondo una trattazione scientifica corrispondente alla mentalità occidentale, il ki potrebbe essere inteso come l’energia interna di un corpo.
Pertanto nell’Aikido 会氣道 è necessario comprendere bene la profonda natura del 氣 ki ed imparare a riconoscerne le manifestazioni e gli effetti.
Qualche minuto di ogni lezione di Aikido lo dedichiamo alla meditazione, in posizione zazen, concentrndoci sulla respirazione, sul nostro tanden.